Sanità: la Seracchiani ha fatto danni ? Anche Riccardi ha lasciato il suo segno negativo.

Problematiche della Sanità in F.V.G. Regione danneggiata dalla sinistra con Serracchiani ma che si continua a danneggiarla oggi con il forzista Riccardo RICCARDI che non immaginavamo l’incompetenza che oggi possiamo osservare. Continuano i tempi masso-lobisti e delle Caste !!!.. . Una osservazione di questo tipo pare azzeccare il tutto. Uno studio dell’Istituto Sant’Anna di Pisa specializzato in materia ha potuto trarre le seguenti conclusioni. I “Bersagli” dell’Istituto di Management precitato hanno preso di mira la Regione: in ritardo in materia vaccinale oltre alla appropriatezza diagnostica. Gli stessi bersagli del Sant’anna esplicitano che la Regione un tempo eccellenza in materia oggi ha rallentato,perdendosi nel tempo e nello spazio. Mancati troppi obiettivi su diversi indicatori, tanto da essere possibile un esame comparato sui possibili miglioramenti o del caso peggioramenti in essere. La sanità è stata suddivisa per aree di influenza e valutazione in quella verde l’Azienda che parrebbe impegnata, dove ci stà più efficienza e efficacia, ma Udine e Trieste ha un eccesso di ricoveri e di spesa, unendo poi l’eccesso di spesa per i costi farmacologici lasciati troppo liberi e pesanti già a livello Nazionale, oltre aghli eccessi tecnologici pur oggi dovuti ma in merito a costi,la sanità pubblica deve rendere servizi non fare bussinness. Più ricoveri chirurgici rispetto a quelli medici (invertito l’uso???….). Nel 2018 rispetto al 2017 deve ancora risolvere il problema del costo sanitario, del governo della domanda oltre alo problema vaccinale che deve crescere ancora… . Negli indicatori in rosso le criticità più marcate. Va rivista l’appropriatezza dei ricoveri e non solo. Inoltre l’attuale sistema sanitario troppo esoso pecca in efficienza nel senso che viene considerata OK l’efficienza e l’efficacia nella Aas 5 e Alto Friuli dove in reatà gli ospedali sono stati massacrati e il massacro continua. V3edi l’Ospedale antisismico più sicuro in Friuli ridotto senza pronto soccorso e emergenza di qualsiasi livello mettendo a rischio la sicurezza sulla maggio parte della popolazione del territorio in esame. Troppi ambulatori mentre i servi zero virgola,così non va. Mentre nella Bassa Friulana troppi ospedali peraltro da ridurre e quindi in lotta tra loro detto che Palmanova merita più di Latisana in quanto più centralizzata rispetto all’area vasta problema identico Al Gemonese Valcanale – Canale del Ferro.

Riccardi perde solo tempo anche in merito all’Asiud e al Sores o che si voglia,bando Ai termini urge sostanza,dovevano bloccare la cd riforma ( che tale???….) Serracchiani, ma tutto procede come prima. Sindaci eletti a loro richiesta e Assessore alla Sanità FVG stanno prendendo in giro Comitati e Cittadini che debbono sveglòiarsi oppure dimostrino il contrario attivandosi fattivamente. Nel raffronto Nazionale gli Enti non brillano, ed è una vergogna trattandosi di Regione di confine.