Coppa Italia :Udinese vs Sudtirol

  1. Finito il tempo del principio per il nuovo Campionato,ovvero l’era della manovre e manifestazioni festose estive, opera per Società, Dirigenza sportiva, Allenatore incluso, sempre secondo sue capacità che non paiono poche , inizia il tempo della fine della semina o preparazione passando al tempo del raccolto se la messe è stata ben curata sul campo ben levigato e ben concimato, in modo da far crescere piantine sane e ben preparate per per un serio esame a punti veri e validi per la nuova stagione, dimenticando i tempi del Ravenna e della momentanea delusione iniziale . A Tarcento così come di tutte le sconfitte raccolte in Austria, per fortuna contro compagini di primo livello ma…, fino alla partita amichevole con il Besiktas vinta, per fortuna, grazie a una buona crescita e un gioco di buon livello finalmente dell’Udinese con un risultato di tutto rispetto appunto: 0 – 2 con un primo gol di forza appunto di De Paul oggi in discussione come noto ma, che deve stare sereno, (Bibbia-molte le messi poco il raccolto…) poco, forse, ma sostanzialmente buono se potesse essere questo il preannuncio, di un Campionato denso di soddisfazioni quantunque possibili, come mai avuto in questi ultimi anni, almeno un Campionato tranquillo anche se combattuto almeno da metà classifica e se viene qualcosa in più tanto meglio. Ricordiamoci dell’Udinese dei tempi migliori una squadra composta da giocatori normalissimi ma che hanno saputo senza nulla pretendere dare e coltivare l’impossibile, a sorpresa anche in Europa,ciò mentre altri si terrorizzano in conferenza stampa solo a pensarci,anche se nessuno pretende l’impossibile,ma il possibilmente raggiungibile pare di si’. Certo gli squadroni si sono rinforzati e non solo loro in maniera inebriante mentre l’Udinese vola sul mercato come può,anche se il raccolto quest’anno parrebbe buon rinforzo se usato bene. Per il Mister rispondendo a una domanda su De Paul, la Fiorentina lo vuole e noi vogliamo Chiesa, ma sono due cose irraggiungibili per l’uno come per l’altro in questo contesto, salvo che la Fiorentina non tiri fuori e subito 40 milioni anche con uno scambio con Chiesa, magari, ma in tempo senza tentennare, in quanto i giocatori di ogni squadra debbono concentrarsi senza pensare al mercato,ora ci auguriamo che vista l’offerta, se vera o no, ma con disponibilità resa dal giocatore magari da dietro le quinte va chiarita con lo stesso giocatore in quanto deve essere disposto a giocare sempre e solo nel interesse della sua squadra che per ora è l’Udinese. Espliciti un pensiero rasserenante l’ambiente società il giocatore. I tifosi guardano e valutano. Il tempo stringe visto che in caso di ricambi deve esserci uno spazio temporale di breve durata per il suo accesso nella nuova realtà rendendo al massimo. Non è possibile ogni anno ripartire sostenendo sempre e solo la solita routine… . Tra Belgio e Francia, in materia ora emerge che i giocatori sarebbe, secondo loro, da valutarli equamente e pagarli, ma aggiunto che troppi giovani inesperti possono guastare le feste. Detto questo aggiunto che abbiamo apprezzato giocatori soliti quali Larsen sempre presente in campo, sia posto in difesa come da esterno a seconda degli incarichi affidati dal mister e dal modulo indicato. Con Pezzella in atto entrambi molto rapidi e veloci nella corsa come nella manovra ,così come appare migliorato in attacco anche Lasagna in un attacco che tuttavia oltre all’ottimo giovane Pussetto vediamo fior di attaccanti quali Nesto e Theo…(speriamo)che hanno dimostrato di poter fare grandi cose. Ora dovremo se mai potremo, apprezzare Walace un giocatore con esperienza all’estero ma che, si dichiara quale giocatore abile davanti alla difesa in pratica un centrocampista arretrato o no che agisce a centrocampo o quasi da interditore, una sorta di Allan con in più pero la statura e il fisico ben diverso. Se si rivelerà tale le speranze di un buon risultato specie crescendo in Italia saranno molto efficaci anche per la squadra. De Paul contro il Besiktas appena rientrato dalla sua Nazionale ha molto bene figurato rivelandosi uno dei migliori per non dire il migliore in squadra,speriamo rimanga almeno ancora un anno così poter ulteriormente mettersi in luce o confermarsi. Il giocatore si è molto ben comportato in Coppa America giocando tutte le partite della sua Nazionale e segnando pure gol. Considerato il mercato il valore richiesto dalla Società tanto o poco è quello che tutti chiedono per uno della sua stazza.

Prossimamente il 25 agosto c.a. inizio Campionato: Udinese vs Milan.

Ora per concludere all’inizio di Coppa Italia contro una compagine dell’Alto Adige sia pur di ben diversa categoria (più bassa…)Sudtirol (Serie C), squadra capace di battere l’Entella che, è compagine tosta, dimostra all’Udinese che non la si deve prenderla sottovalutandola ma l’impegno di un a squadra tecnicamente superiori come dovrebbe essere deve essere sovrastante impedendo poi all’avversaria movimenti di sorta chiudendo con cerniere idonee, la difesa di casa, ma parimenti attaccando, impegnandola sempre nella sua area di gioco in modo da privarla di “confidenze “ di sorta e di “ossigeno”. Le gambe e i polmoni sembrano esserci quindi massima intensità di gioco. Per memoria Tarcento e il Ravenna insegna mai prendere sotto gamba in quanto se perdi con queste squadre poi sono problemi grossi… . Certo il Sudtirol dal basso delle sue vedute vorrà sorprenderci opponendosi al massimo e portando la ‘partita ,sui spera a qualcosa di molto divertente Udinese permettendo da madre superiora . Chi bene inizia poi… . Si spera. Ci permettiamo di aggiungere a maggior chiarezza un verso delle (Satire ,x,356) del Giovinale,significative in materia: Mens sana in corpore sano, DOPO IL FISICO E LA PARTE ATLETICA NEL CALCIO LA MENTE E LA CONCENTRAZIONE LA FANNO DA MAESTRE CONTRO CHIUNQUE ALTRO…). Si giochi con semplicità e umiltà ma con determinazione verso l’obiettivo prescritto. MEMENTO AUDERE SEMPER… AUDENTES FORTUNA IUVAT.